La nostra attività sociale di aiuto agli indigenti nasce nel 2004.

Nel 2004 la nostra comunità decise di aiutare con borse spesa e materiale didattico circa 30 famiglie indigenti residenti a Pordenone.

Nel 2007  un gruppo di 15 volontari della nostra Comunità viene formato attraverso un corso sul mantenimento della catena del fresco e sulle normative/disposizioni a cui si deve attenere chi adopera dei locali destinati al magazzinaggio dei generi alimentari a lunga scadenza e chi trasporta il fresco (dal supermercato al locale di distribuzione).  Il corso è stato condotto da un’associazione che opera in collaborazione con l’ASL n.6.

Nel 2008 viene destinato un locale  dello stabile (Sala Menocchio) per la distribuzione dei generi alimentari dopo averlo messo a norma  (impianto elettrico con dispositivo di emergenza, abbattimento delle barriere architettoniche, disposizione dei servizi igienici, sistema di ventilazione dei locali, area adibita al magazzinaggio con acquisto di una struttura metallica aperta per il magazzinaggio dei generi a lunga conservazione),  acquista due frighi professionali. La merce acquistata viene trasportata da furgoni presi a noleggio.

Nel 2008 le famiglie indigenti aiutate salgono a 70 (quasi tutte di provenienza africana).

Nel 2009 la comunità stipula una convenzione con il Banco Alimentare di Udine (fondazione Onlus che non ha scopo di lucro e si propone l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale provvedendo in particolare alla raccolta delle eccedenze agricole, dell’industria alimentare, della grande distribuzione, organizzando la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare; alla distribuzione ad enti che si occupano di assistenza e di aiuto alle famiglie indigenti) e si mette in rete con le Associazioni e la Caritas del luogo.

Nel 2010 le famiglie indigenti aiutate salgono a 170 e la  comunità decide di  acquistare un furgone per il trasporto dei generi alimentari e un frigo professionale per il trasporto dei generi alimentari fresco e surgelati. Viene attivata la distribuzione dei vestiti usati e scarpe per bambini e adulti, mobilia ed utensileria da distribuire alle famiglie che ne fanno richiesta.

Viene stipulata una convenzione con l’AGEA attraverso il Banco Alimentare di Udine per accedere ai prodotti della Comunità Europea.

Viene stipulata una convenzione con il Banco Farmaceutico di Pordenone per la distribuzione di farmaci da banco.

La comunità continua a lavorare in rete con i Servizi Sociali del Comune di Pordenone intervenendo anche nel pagamento delle utenze di famiglie in gravi situazioni economiche e sociali.

Nel 2011 le famiglie indigenti aiutate salgono a circa 420, delle quali il  30% sono famiglie italiane.

Il gruppo di volontari che operano nella nostra attività sociale salgono a 32.

L’attività di distribuzione viene svolta tutti i mercoledì e tutti i sabati del mese.

Si decide di acquistare altri due frigoriferi  professionali e dei tavoli di lavori idonei (a norma) al confezionamento del fresco e la preparazione delle borse spesa.

La comunità stipula una convenzione con i supermercati MAXI’ di Porcia ed il CONAD di viale Grigoletti, per i prodotti fresco in scadenza. La convenzione rientra nel progetto “Siticibo” del Banco Alimentare di Udine.

Nel 2012 la comunità collabora con la Provincia per le attività che riguardano i migranti di Pordenone e con la collaborazione dei Servizi Sociali del Comune di Pordenone attiva una serie di progetti sociali di aiuto agli anziani, privi di rete familiare, ai bambini che vivono in famiglie con forte disagio sociale.